Michele Nani, "Inhabitants of heritage: the dwellers of an Italian Renaissance palace and their problematic eviction in Ferrara, 1900-1940". Il palazzo Costabili nelle carte della Prefettura e del cessato catasto di Ferrara

11/05/2020

Cosa succede nelle città di palazzi quando il mondo cambia, l'aristocrazia decade e la pressione demografica reclama nuovi spazi? E dopo, quando lo Stato decide di salvare le eccellenze architettoniche, pur a danno dei nuovi abitanti?

La tematica viene illustrata ed esemplificata nel saggio Inhabitants of heritage: the dwellers of an Italian Renaissance palace and their problematic eviction in Ferrara, 1900-1940, ripercorrendo la "biografia" di palazzo Costabili, il gioiello di Biagio Rossetti - dagli splendori della residenza nobiliare a decadente complesso di appartamenti con più di trecento inquilini, in un susseguirsi di vicende che lo aveva resto sede di soldati e negozianti, diplomatici e gente comune, e che lo aveva portato agli inizi del XX secolo all'attenzione delle autorità non solo come palazzo storico da salvare dal degrado, ma anche come epicentro di preoccupazioni sociali e sanitarie. Particolare oggetto di indagine sono le vicende legate alla nazionalizzazione del palazzo ora sede del museo archeologico e alla necessità di sfrattare gli inquilini, nel travagliato periodo del Primo dopoguerra e dell'affermarsi del Fascismo.

Ringraziamo l'autore, il dott. Michele Nani (Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Studi sul Mediterraneo) per il lavoro di ricerca, che valorizza fra gli altri anche il patrimonio documentario dell'Archivio di Stato di Ferrara e che restituisce alla città le pagine di una storia dimenticata.

Il suo saggio, pubblicato su «Urban History», è disponibile al link: https://www.cambridge.org/core/journals/urban-history/article/inhabitants-of-heritage-the-dwellers-of-an-italian-renaissance-palace-and-their-problematic-eviction-in-ferrara-19001940/0DF62B7E02E6A9DAF856A8EBE0919F9D/share/f4ea67f38cc76be415ff210769f699738198381d